Terra rossa

terra-rossa-realizzazione-impianti-sportivi

 

Terra rossa

Terra rossa

Eurosquash utilizza Terre Davis che si distinguono dalle concorrenti in quanto sono prodotte con materiali naturali non tossici, dei quali possiamo fornire le relative certificazioni.

MANTO FINALE "DAVIS" : Il nostro MANTO FINALE è prodotto dalla macinazione di mattoni laterizi nuovi nella granulometria 0-1 mm. Tali mattoni laterizi provengono da fornaci del cremonese e del torinese, quindi da zone dove le argille sono ricche di ferro, che rende al nostro prodotto il graditissimo colore rosso.

DATI TECNICI MANTO FINALE "DAVIS"
Peso specifico Kg 900 al  m3
Quantità costruzione Kg 2,7 al  m2
Natura materiale Laterizi rossi
Granulometria mm 0 -/- 1
Confezione Sacchi plastica Kg. 30

SOTTOMANTO "DAVIS" : Il nostro SOTTOMANTO è prodotto dalla macinazione di mattoni ed argilla cruda, nella granulometria 0-2 mm. I mattoni vecchi da recupero, da noi utilizzati, hanno il vantaggio intrinseco di essere pi� drenanti rispetto ai laterizi nuovi (vedi test effettuati da vari architetti sul coccio pesto). I sottomanti prodotti con altri materiali, tipo scarto di marmo rosso Verona o segatura di tufo, creano diversi problemi in quanto a drenaggi e manutenzioni, facendo cos� perdere diverse ore di gioco.

DATI TECNICI SOTTOMANTO "DAVIS"
Peso specifico Kg 1.200 al  m3
Quantità costruzione Kg 48 al  m2
Natura materiale Mattoni lat. e argilla
Granulometria mm 0 -/- 2
Confezione Sacchi plastica Kg. 30 o sfuso

GRANULO BASE "DAVIS" : Il nostro GRANULO BASE deriva dalla macinazione di mattoni di recupero nella granulometria 2-10 mm, e sostituisce la scoria di carbone non pi� reperibile. Ha caratteristiche di alta drenabilità e allo stesso tempo restituisce la necessaria umidità per capillarità alla superficie.

DATI TECNICI GRANULO "DAVIS"
Peso specifico Kg 900 al  m3
Quantità costruzione Kg 27 al  m2
Natura materiale Mattoni laterizi
Granulometria mm 2 -/- 10
Confezione Sfuso (sacchi a richiesta)

ciclo-produttivo-terra-roosa-impianti-sportivi

curva granularometiva

grafico

Ciclo Produttivo

Ciclo Produttivo

Operiamo in una zona tradizionalmente specializzata nella lavorazione dei laterizi (argilla e mattoni) che costituiscono la nostra materia prima : I nostri impianti di frantumazione sono suddivisi su due linee, linea manto finale, linea sottomanto che ci permettono di controllare separatamente i nostri prodotti Il nuovo impianto completamente automatizzato di PESATURA - INSACCO e PALETTIZZAZIONE consente una produzione giornaliera di 120 tonnellate.

terra-rossa-produzione

Il materiale può essere confezionato in sacchi da 30 Kg (ai sensi della L. 626/94) o, a richiesta, in big bags; viene successivamente palettizzato su bancali di legno. Le consegne dei nostri prodotti sono effettuate con nostri automezzi e consentono scarichi personalizzati con gru o con speciale carrello elevatore, per consentire la massima versatilità di consegna e per soddisfare appieno le esigenze dei nostri clienti.

Manutenzione Campi

Manutenzione Campi

1) Ripulire accuratamente il campo con raspa in ferro asportando il materiale di risulta (erba - foglie - muschio - terriccio rimosso);
2) Dissodare la superficie con rastrello in ferro o con apposita macchina e stendere con il frattazzo il SOTTOMANTO "DAVIS" (in media Kg. 3.000); quindi bagnare e rullarlo con l'apposito rullo;
3) Sistemare le LINEE SEGNACAMPO;
4) Procedere alla posa del MANTO FINALE ''DAVIS''(kg. 1.500) con frattazzo o con pala manuale; livellarlo trainando la stuoia, bagnarlo e rullarlo fino ad ottenere una giusta compattezza della superficie.

MANUTENZIONE CAMPI COPERTI
La manutenzione dei campi coperti in terra battuta si differenzia dai campi scoperti per il fatto che il riscaldamento rende la superficie molto dura: è necessario quindi dissodare con apposite macchine e ricaricare con una maggiore quantità di SOTTOMANTO ''DAVIS'' (Kg. 7.000 circa) per ripristinare i livelli della pavimentazione.

MANUTENZIONE GIORNALIERA
Per ottenere un'ottima qualità della superficie ed il miglior utilizzo dei campi in terra battuta è fondamentale l'irrigazione. Per umidificare correttamente è necessario che l'alimentazione dell'impianto d'irrigazione abbia una portata tra gli 80/100 litri al 1' a 5/6 atm, tubo da 1'' diam. 33 mm. circa. I tempi di irrigazione variano a seconda delle stagioni e delle ore di gioco. Noi consigliamo 10/15 minuti 4 volte al giorno (evitando pozzanghere).
Dopo ogni partita si effettua il passaggio con la stuoia livellatrice trainandola sulla superficie della pavimentazione; ciò permette una perfetta riparazione di eventuali buche.
Durante la stagione, e specialmente in primavera quando la superficie non è ancora compatta, parti di laterizio si staccano dal sottomanto e si mescolano al manto; queste parti impossibili da bloccare provocano qualche disagio quindi è consigliabile scopare il campo qualora se ne verifichi la necessità

COSTRUZIONE CAMPO DA TENNIS IN TERRA BATTUTA (TECNICA ITALIANA - APPROVATA FIT)
1) Esecuzione di uno scavo di sbancamento di circa cm. 50 con asportazione della terra vegetale, delle eventuali radici rimaste e trattare poi con diserbante. Se il terreno esistente è particolarmente argilloso e non permette una naturale evacuazione dell'acqua conviene prevedere delle tubazioni reticolari forate per il drenaggio ed eventualmente teli in geotessile.
2) Formazione della massicciata dello spessore di circa 35 cm. con ghiaia selezionata, se possibile frantumata, con granulometria che varia dai 40 ai 70 mm. Impostazione delle pendenze con l'aggiunta di ghaietto frantumato con granulometria da 3 a 15 mm.; stabilizzazione con cilindratura.
3) Formazione del primo strato mediante la stesura di GRANULO BASE ''DAVIS'' (mm. 30) eseguita con livellette; quindi bagnare e rullare con l'apposito rullo. Questo strato serve a conservare l'umidità indispensabile alla terra battuta. L'acqua immagazzinata viene trasmessa allo strato superiore per capillarità
4) Formazione del secondo strato mediante la stesura del SOTTOMANTO ''DAVIS'' (mm. 40) eseguita con livellette e spianato con staggia. Bagnare molto in modo che l'acqua venga assorbita su tutto lo strato - lasciare asciugare e rullare con apposito rullo.
5) Applicazione delle LINEE SEGNACAMPO dopo aver tracciato perfettamente le misure del gioco (vedi disegno) con appositi attrezzi.
6) Formazione del terzo strato mediante la posa del MANTO FINALE ''DAVIS'' (mm. 3) eseguita con il frattazzo; livellare trascinando la stuoia; bagnare ed eventualmente rullare.
Si consiglia di prevedere un impianto di irrigazione automatico specifico per campi da tennis in terra battuta (TORO) che garantisce una irrigazione costante ed una riduzione dei costi di manutenzione.

Certificazione

certificato-realizzazione-campi-sportivi

cert bsk

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.